Mammut Street Boulder Contest

Mountain Wilderness

MW_Alpe Pioda (2)

MOUNTAIN WILDERNESS INTERNATIONALE E PROGETTO CASERA ALPE PIODA
Il termine “mountain wilderness” si riferisce a qualsiasi ambiente di montagna incontaminata dove chi lo desidera può entrare in contatto diretto con i grandi spazi aperti, esperienza di solitudine, silenzio, ritmi, dimensioni naturali, leggi e pericoli. Il valore essenziale del deserto si trova, soprattutto, nelle sue potenzialità per stimolare un’intensa relazione creativa tra l’uomo civilizzato e l’ambiente naturale. È il grado di autenticità di questa connessione che dà questa avventura il suo significato più profondo
Questa definizione deriva dalla tesi Biella (1987), un manifesto di fondazione scritto all’origine di Mountain Wilderness, che spinge ancora le azioni dell’associazione.
Mountain Wilderness International (MWI) è un’organizzazione ombrello che facilita le comunicazioni e gli scambi tra organizzazioni del paese o capitoli di Mountain Wilderness, dove la maggior parte dell’azione si verifica. Coordina e organizza azioni internazionali ed è il rappresentante ufficiale dell’associazione in tutti i contesti internazionali con governi e organizzazioni Non governative. (Maggiori informazioni qui)
Mountain Wilderness è attivo in quasi 20 paesi.

MW_Alpe Pioda - Struttura ad uso dell'alpeggiatore e degli operatori di MW,(3)

Centro educazione alla Wilderness “Casera Pioda”
Attività integrative svolte con volontari, con supervisione/accordo con tecnici ERSAF

  1. Costruzione di un piccolo orticello alla base del muro a secco sotto l’ingresso allo Stallone Pioda, con recinzione lignea bassa, o mista legno-pietra, secondo la tipologia classica utilizzata in Val di Mello.
  2. Predisposizione di nicchie con posa di pietrame di contenimento nella rampa compresa tra lo Stallone Pioda e il cartello illustrativo (lasciando una fascia libera superiore per il passaggio pedonale sotto il muretto) per la realizzazione di un piccolo orto botanico in cui raccogliere le specie più significative dei dintorni. La scelta delle specie da utilizzare sarà concordata con esperti locali del Museo Civico di Storia Naturale di Morbegno, previa acquisizione da parte di Ersaf delle necessarie autorizzazioni connesse con il rispetto delle norme vigenti regionali e comunitarie.
  3. Pulizia, manutenzione e predisposizione per visite didattiche dei due fabbricati presenti lungo il sentiero di interpretazione ambientale: la casera ipogea di stagionatura dei formaggi e l’Alpe Remoluzza. Tamponatura e stabilizzazione dei muri a secco, pulizia e livellamento del piano calpestabile, inventario dei materiali presenti e foto documentazione degli stessi.
  4. Individuazione dei Camer presenti nei dintorni di Casera Pioda, attualmente in zone boscate e valutazione sulle possibilità di un eventuale recupero a scopo didattico.
  5. Pulizia da rami o alberi caduti (apertura di un passaggio in questo caso) della traccia di rientro a Casera Pioda dalla sommità delle Placche dell’Oasi, frequentate da molti arrampicatori; stessa modalità di intervento “leggero” sulla traccia di collegamento tra Casera Pioda e la Val Torrone. Tali percorsi intuitivi non dovrebbero essere segnalati ma al più quotati nei loro punti essenziali, con eventuali costruzione di qualche ometto in punti particolari, per lasciare un certo gusto della scoperta e della ricerca a chi vi si avventurasse. Ovviamente il personale presente alla Casera informerà che non si tratta di sentieri tracciati e segnalati, ma di percorsi avventurosi da affrontare con la dovuta preparazione.
  6. Individuazione di un circuito boulder nei dintorni della Casera e di un paio di massi idonei alla didattica dell’arrampicata con i bambini e ragazzi. Attività da svolgere in collaborazione con Guide ed arrampicatori locali.

 

MW_Alpe Pioda - evento (4)

Eventi 2015

Alpin Line/International bureau of MWI

Foreste da Vivere: festa dell’Alpeggio, in collaborazione con ERSAF e alpeggiatore concessionario

Il Gusto dell’Alpe: risorse locali e ricette per un loro utilizzo consapevole, in collaborazione con ERSAF.
Seminario di cucina con risorse locali e di prossimità in collaborazione con Casa delle Guide e Slow Food Sondrio. Utilizzo di piante alimurgiche, aromatiche selvatiche, funghi, prodotti locali: latticini, salumi, ortaggi, frutti, vini, presidi Slow Food (farina di saraceno e Bitto storico) e ingredienti della bassa Valtellina/alto Lario (olio extravergine oliva e missoltini), con costruzione di un menù completo di valle. Max 16 partecipanti residenziali. Programma: al mattino ritrovo dei partecipanti alla Casa delle Guide, salita guidata alla Casera Pioda con piccoli assaggi e studio dei prodotti locali e delle piante alimurgiche lungo il percorso. Sistemazione dei partecipanti nell’alloggio, pranzo leggero presso la piscina naturale della Casera, conoscenza reciproca, nel pomeriggio osservazione e raccolta di piante, funghi, bacche nei dintorni della Casera. Studio degli ingredienti e preparazione di una zuppa e altre pietanze da rifugio. Il mattino dopo, con l’aiuto di un ristoratore esperto, prepareremo un pasto completo a base di ingredienti locali e di prossimità e studieremo come presentare i piatti in modo semplice ma non banale, dosando nel giusto equilibrio fantasia, esperienza e materiali disponibili. Al pranzo saranno invitati i rappresentanti del consorzio degli operatori per concludere l’evento con una discussione collegiale e uno scambio di opinioni. Le tappe salienti del percorso saranno documentate con riprese foto-video.

Keepwild! Climbing days
I keepwild! Climbing days sono un incontro degli amici del “Clean Climbing”, che organizziamo ogni anno per 4 giorni. Nel 2013 siamo stati in Ticino (Alpe Spluga), l’anno scorso nella Regione Furka (Sidelenhütte).
– E’ un incontro senza guide anche se è in previsione un momento di incontro con le guide locali e i rappresentanti locali del Clean Climbing), con assunzione di responsabilità individuale. Il Meeting non è un corso!
– MW Svizzera organizza il trasporto, possibilmente con mezzi pubblici;
– Normalmente si tratta +/- 20 partecipanti
– Normalmente i partecipanti pagano solo una piccola tassa per MW, ma le spese per il pernottamento, bibite, cene… sono a carico dei partecipanti.
Per informazioni vedere:http://keepwildclimbs.ch/aktuell/einzelansicht/artikel/das-waren-die-keepwild-climbing-days-2014/(è in tedesco, traduzione con google translate)

Per maggiori informazioni: http://www.mountainwilderness.org/