GRANPABLOK 2019 … ECCO COME È ANDATA …

Natura, sorrisi, passione sono stati gli ingredienti principali di questo nuovo appuntamento sulle rocce delle Alpi (foto di André Dujani).

 

Sabato 13 e domenica 14 a Le Pont di Valsavarenche (AO) prima edizione di GRANPABLOK, raduno boulder nel cuore del Parco Nazionale del Gran Paradiso, con la compartecipazione dell’Assessorato Turismo Sport e Beni culturali della regione Valle d’Aosta, il Comune di Valsavarenche e la Fondation Grand Paradis oltre agli sponsor tecnici.

Clima fresco a quasi 2000 mt di quota e location da cartolina, tutti fattori che hanno contribuito al successo del Granpablok2019, promuovendo quest’angolo della Valle d’Aosta votato al boulder.

Più di 40 partecipanti provenienti da Liguria, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, oltre ai valdostani,  hanno scovato e liberato, con l’aiuto degli organizzatori, numerosi massi aprendo più di 50 linee inedite di tutte le difficoltà dal 5c al 7b+.

Tantissimo entusiasmo per il posto e per la formula.

Michele Bono (nazionale giovanile) ha scritto che ritornerà senz’altro l’anno prossimo perché si è divertito tantissimo ad aprire linee ne ha fatte una dozzina . Il blocco dove abbiamo fatto le foto quel venerdì con i tracciatori l’ha chiamato “Elementals” con sei linee acqua, fuoco, vapore, aria, terra e il traverso con circa 20 movimenti “l’alchimista” .

Su YouTube – GranPaBlock (Stefano Giunti) ci sono un gran numero di linee liberate da gruppo di Parma (vedi https://www.youtube.com/watch?v=nTQOVwr9IDM)

Nella giornata di domenica gara boulder con spettacolari qualifiche su massi naturali ed emozionante finale su struttura artificiale dove hanno vinto la ligure Giulia Costaguta e il piemontese Davide Bassotto.

 Gli organizzatori impeccabili hanno guidato con entusiasmo l’intero evento, apprezzatissimo dai partecipanti e dai numerosi turisti curiosi. Ci rivediamo nel 2020 !!!

(Vedi qui galleria fotografica)

 

INFO

 La zona si trova in fondo alla Valsavarenche (dove c’è il parcheggio per il rif. Viittorio Emanuele II), partenza per l’ascensione al Gran Paradiso, è una piana glaciale a quasi 2000 mt di quota disseminata di massi di antiche frane , alcuni netti e spigolosi con fessure da urlo altri arrotondati e levigati dai ghiacciai . in un area di circa 2 kmq ci saranno forse 100/150 massi quasi tutti mai toccati dai boulderisti, potenziale enorme della zona e “leitmotiv” dell’evento : trovare, pulire e liberare insieme “JOYFUL” . In questa prima edizione sono stati puliti e liberate circa 60 linee (dal 5c al 7b+ da ripetere) e stiamo lavorando per pubblicarle . Le zone di arrampicata sono logiche e ben visibili , strano che nessuno (a parte qualche super appassionato, ci sono linee vecchie di 30 anni) abbia mai valorizzato il sito . Nei due giorni di raduno tutti si sono resi conto del contesto e dei blocchi , bisognava proprio partire .

Per dormire e mangiare : 3 campeggi in zona oltre a un rifugio di bassa quota TETRAS LYRE (eccezionale) e un hotel , ci si dimentica dell’auto!!! Il sasso più lontano è a 10 min. a piedi in piano su strada poderale!!!

 

PODIO GARA GRANPABLOK 2019

DONNE

  • 1° GIULIA COSTAGUTA
  • 2° ALESSANDRA GIANATTI
  • 3° VITTORIA BRESCI

UOMINI

  • 1° DAVIDE BASSOTTO
  • 2° MICHELE BONO
  • 3° LUCA MALOSTI